CAPITOLO NAZIONALE GIOVENTU' FRANCESCANA D'ITALIA
Eletto il nuovo consiglio nazionale

 

 

CAPITOLO ELETTIVO NAZIONALE


"Secondo la grazia di Dio che mi è stata data, come un saggio architetto io ho posto il fondamento; un altro poi vi costruisce sopra. 
Ma ciascuno stia attento a come costruisce. Infatti nessuno può porre un fondamento diverso da quello che già vi si trova, che è Gesù Cristo. E se, sopra questo fondamento, si costruisce con oro, argento, pietre preziose, legno, fieno, paglia, l'opera di ciascuno sarà ben visibile: infatti quel giorno la farà conoscere, perché con il fuoco si manifesterà, e il fuoco proverà la qualità dell'opera di ciascuno". 1Cor3, 10-13

#seminatoridisperanza

Scarica la Circolare 
 

 

Assisi Festa del Perdono


Una notte del 1216 Gesù apparve a Francesco, e gli chiese cosa volesse. Francesco che avrebbe potuto chiedere qualsiasi cosa per sè, fa un passo indietro per andare incontro ad ogni fratello: "Ti prego che a tutti quanti, pentiti e confessati, verranno a visitare questa chiesa, tu conceda ampio e generoso perdono, con una completa remissione di tutte le colpe". Da ottocento anni - non più solo alla Porziuncola - abbiamo tra le mani questo dono e l'esempio di Francesco PerDonarci anche noi ad ogni richiamo di Bene!

Buona festa del Perdono fratelli!

Poco fuori di Assisi trovavasi una piccola Cappella dedicata a Santa Maria degli Angeli, detta della porziuncola. Una notte, mentre il Serafico San francesco, scosso da zelo ardentissimo per la salute ed il ravvedimento di peccatori, offriva per essi alla divina Giustizia il sacrificio della stessa sua vita, una luce soave lo circonda, ed un Angelo lo invita a discendere nella Cappella dove lo attendono una miriade di Angeli, Maria Santissima e Gesù. Si prostra Francesco appena è in Chiesa, ad adorare Gesù, a riverire quel celeste consesso; e mentre si umilia nella viltà del suo nulla Gesù gli fa animo a dimandare quella delle grazie che più gli piace.


Leggi tutto...

 



NEWS GMG CRACOVIA 2016

Leggi tutto...

 

 


SCOPRI COME PARTECIPARE NELLA SEZIONE GMG CRACOVIA

 

 

L’Ordine Francescano Secolare e la Gioventù Francescana d’Italia hanno formalmente aderito all’iniziativa “M’illumino di meno” giunta alla dodicesima edizione e ideata dalla trasmissione radiofonica “Caterpillar” di Rai Radio2.

Nel desiderio di continuo e proficuo dialogo con tutti i fratelli in umanità, questa iniziativa di sensibilizzazione sul risparmio energetico è per ogni francescano, giovane o adulto, occasione privilegiata per vivere nel rispetto e nella salvaguardia della «Casa comune».

Quest’anno l’invito è quello di basare la propria adesione sul tema della mobilità sostenibile, promuovendo l’uso di mezzi a basso impatto energetico.

Per ulteriori informazioni: http://caterpillar.blog.rai.it/milluminodimeno/

 

 

GUARDA E LASCIATI GUARDARE

V settimana del T. O.


Dal vangelo di Luca (5,1-11) Vai al Vangelo


RIFLESSIONE

Gesù prende l'iniziativa ed entra in una delle barche che era di Simone, a Gesù interessa stabilire un rapporto con Simone, entrare nella barca significa entrare nel suo mondo. Gesù vuole stabilire una relazione con ciascuno di noi, entrare nel nostro mondo. Gesù prima entra nella sua barca e poi gliela domanda...

A prima vista può sembrare che qualcosa non funzioni. Prima entri poi chiedi? Gesù fa il primo passo perché noi non lo facciamo, ci teniamo continuamente alle debite distanze da Lui, siamo presi dalle nostre cose, siamo nel nostro mondo, cerchiamo di non lasciarci toccare più di tanto dalle parole di Gesù... sappiamo già che ci chiederà qualcosa... Non temere: Gesù chiede con discrezione, propone, non impone. Inizierà sempre il discorso con un: «vuoi?»  Gesù infatti prega Simone, che strano ci aspetteremmo il contrario, invece...

Leggi tutto...

 

LA PROFEZIA DEL PROSSIMO

IV settimana del T. O.


Dal vangelo di Luca (4,21-30) Vai al Vangelo


RIFLESSIONE

Non è costui il figlio di Giuseppe? Non è troppo normale troppo semplice per essere un profeta? Il rischio di catalogare gli altri c'è, ma soprattutto c'è il rischio di non accogliere la Parola di Dio perché chi ce la porta è chi conosciamo da sempre, è la persona di cui abbiamo fatto l'abitudine. Come è scandaloso pensare che a parlarci di Dio possa essere l'amico dell'infanzia che magari nel frattempo è diventato prete, oppure l'autista del bus che incontriamo ogni mattina... La profezia è vicina di casa non andiamo a cercarla chi sa dove... É nella nostra famiglia, nella nostra comunità, la profezia non ha bisogno di qualcosa di straordinario. Proprio la persona che conosco così bene porta in sé un pezzetto di Dio che forse finora non sono riuscito a vedere. Per Francesco d'Assisi sia la superbia che l'invidia ci precludono la possibilità di incontrare il Signore. Non è costui il figlio di Giuseppe? Se mi sento superiore al fratello o provo invidia per quello che il Signore dice e fa tramite lui sono lontano anni luce dall'incontro con Gesù il figlio del falegname. Viene in mente un'altra domanda del Vangelo... Da Nazareth può mai venire qualcosa di buono? Anche chi

Leggi tutto...

 
Prossimi eventi
Non ci sono eventi al momento.
Visita anche...


Sito Ufficiale Ciofs
La Gi.Fra d'Italia Aderisce al Forum Nazionale dei Giovani

Tele Radio Padre Pio

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information